Passa ai contenuti principali

Limone e trattamento dell'obesità

Nel precedente articolo ho parlato della dieta detox al limone.


Ho così cercato una serie di articoli che mostrassero il ruolo del limone nel ridurre il peso corporei e se ci fosse una base scientifica sull'attività " sciogli grassi" del limone.
Ho così inviduato 4 studi ceh parlavano delle caratteristiche del limone e del suo potenziale antigrasso.

Molti studi sul trattamento dell'obesità si sono concentrati sul ruolo potenziale di componenti vegetali, in particolare i polifenoli. 
Diversi polifenoli hanno dimostrato di esercitare un effetto sul catabolismo dei lipidi, sul trasporto del glucosio, sulla funzione insulina-recettore, e sull'attivazione dei recettori proliferatori dei perossisomi attivato (PPAR) , i quali svolgono un ruolo essenziale nel obesità.
I flavonoidi presenti nel  limone ( Citrus limon Burm. F.) dovrebbero avere una serie di effetti positivi sulla salute nella prevenzione di malattie stile di vita legati, ed hanno attività antinfiammatoria, antitumorale, antivirale e attività antiossidante .
Inoltre, i flavonoidi presenti nel limone hanno mostrato esercitare un effetto sul metabolismo lipidico e glucidico in animali da esperimento e nell'uomo.
Due sostanze presenti nel limone inoltre,esperidina e naringina, e i loro agliconi esperetina e naringenin, diminuiscono nel  plasma il colesterolo epatico e i trigliceridi inibendo gli enzimi epatici coinvolti nella sintesi di colesterolo e trigliceridi. 

Inoltre queste due sostanze, migliorano l'iperlipidemia e iperglicemia negli animali con diabete di tipo 2,  regolando l'acido grasso e il metabolismo del colesterolo e influenzando l'espressione genica di enzimi che regolano il glucosio.
Inoltre modificano l'espressione genica di una proteina PPARy coinvolta nella crescita degli adipociti.
La naringenina del limone aumenta l'ossidazione epatica degli acidi grassi, che equivale ad un maggiore consumo degli acidi grassi. 
Quindi,i polifenoli estratti dalla buccia di limone influenzano lo sviluppo di obesità attraverso la modulazione del metabolismo lipidico e glucidico.
Per chiarire il ruolo dei polifenoli del limone sull'obesità sono stati studiati dei topi in cui veniva fatta fare una dieta ricca di grassi e si valutava come agissero i polifenoli del limone sui geni coinvolti nella formazione degli acidi grassi.
Il risultato di questo sudio ha mostrato che la somministrazione di polifenoli limone è benefico per la soppressione di obesità indotta dalla dieta, e il miglioramento della resistenza all'insulina e metabolismo dei lipidi.
Da un'altro studio si evince che i polifenoli di limone potrebbero impedire l'accumulo di grasso viscerale e sottocutaneo, probabilmente attraverso un aumento della  β-ossidazione perossisomiale degli acidi grassi nel tessuto adiposo.
Inoltre, i composti presenti dei polifenoli limone potrebbero essere ligandi naturali e attivatori di PPAR(regola il deposito di acidi grassi e il metabolismo del gucosio).

Naringenin aumenta notevolmente il livello di mRNA del citocromo P-450 4A1, e quindi naringenina può favorire la degradazione degli acidi grassi attraverso le vie beta-ossidazione e ω-ossidazione.

Sono anche noti gli effetti dei polifenoli limone, con effetto soppressivo sull' accumulo di grasso corporeo, e il miglioramento della resistenza all' insulina e leptina  da parte dei polifenoli limone in quanto aumentano la  β-ossidazione.
Un altro studio ha mostrato come i topi nutriti con limone  hanno mostrato dei livelli più bassi di leptina rispetto al gruppo che non seguivano questa dieta.
Problemi della sintesi e secrezione di leptina causano un mancato controllo dell'appetito e possono indurre all'obesità, dato che l'individuo agisce come se l'organismo fosse in uno stato permanente di digiuno.
La leptina ha la potenza di diminuire i lipidi intra migliorando β-ossidazione acidi grassi mitocondriali.
Quindi i polifenoli del limone  e possono influire sul rilascio della leptina con conseguente riduzione del peso corporeo.

La dieta detox del limoneuesto, Di cui ho parlato in un precedente articolo, si basa proprio sulla capacita di ridurre il peso corporeo, la massa di grasso corporeo, riducendo la resistenza all'insulina e noti fattori di rischio di malattie cardiovascolari. 
n uno studio sono stati controllati gli indici antropometrici, la sensibilità all'insulina, livelli di adipochine nel siero, e marker infiammatori in donne coreane in sovrappeso prima e dopo il processo intervento clinico. Ottantaquattro donne in premenopausa sono stati randomizzati in 3 gruppi: un gruppo di controllo senza restrizioni dieta (Normal-C), un gruppo placebo dieta pair-fed (Positive-C), e un gruppo di disintossicazione limone dieta (Limone-D). Il periodo di intervento è stato di 11 giorni totali: 7 giorni con il succo di limone o di disintossicazione il succo placebo, e poi 4 giorni con la transizione alimentare. livelli sierici di insulina, l'omeostasi di valutazione modello punteggi insulino-resistenza, la leptina, e livelli di . 
In base ai risultati ottenuti da questo studio si suppone che il programma di disintossicazione del limone riduce il grasso corporeo e insulino-resistenza attraverso la restrizione calorica e potrebbe avere un potenziale effetto benefico sui fattori di rischio per le malattie cardiovascolari.

Quindi mangiare limone potrebbe aiutare a dimagrire perché grazie ai polifenoli ,contenuti principalmente nella buccia del limone, si va a modulare il meccanismo di accumulo dei grassi e si attiva il processo di beta ossidazione per il consumo dei grassi.
Il limone potrebbe essere di aiuto anche per le sindromi metaboliche come il diabete in quanto, i polifenoli del limone potrebbero anche diminuire l'insulino-reaistenza che è il meccanismo alla base del diabete 2.
 con polifenoli limone può impedire o migliorare l'obesità e insulino-resistenza modulando il metabolismo lipidico e prevenire la sindrome metabolica come rappresentante, gruppo allo stile di vita di malattie causate da una dieta troppo ricca di grassi.










FONTE
1. Lemon detox diet reduced body fat, insulin resistance, and serum hs-CRP level without hematological changes in overweight Korean women.
Kim MJ1 2015
2.Effects of the lemon detox program on body fat reduction and detoxification in Korean overweight women (LB354)
Jung Hee Kim1,2014
3.Lemon Polyphenols Suppress Diet-induced Obesity by Up-Regulation of mRNA Levels of the Enzymes Involved in β-Oxidation in Mouse White Adipose Tissue
Yoshiko Fukuchi,1 2008

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica. In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare. Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche. Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi  La Gliosi è una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti. La gliosi non è però così rara. In realtà molte volte la risonanza magnetica eviden

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa , potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi. Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza. Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale . A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta, prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas. Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale

Gamma GT alti: come abbassarlo?

CHE COSA SONO LE GGT E COSA SIGNIFICA GGT La parola Gamma-glutamil transferasi (GGT) è un enzima che appartiene alla classe delle trasferasi ed è situato sulla superficie esterna delle membrane di varie cellule.   La localizzazione del gene che trascrive per la gamma gt si trova nel cromosoma 22. La Gamma Gt catalizza la reazione di transpeptidazione con formazione di un dipeptide contenente l'aminoacido trasportato, reazione che fa parte del ciclo del gamma-glutamile. La GGT  è una glicoproteina dimerica ed è presente in tutte le cellule, ad eccezione degli eritrociti.   La GAMMAGT si trova  principalmente dal fegato, e nei tubuli renali, così come quelli della fosfatasi alcalina. L'attività della gammagt avviene principalemente in tessuti con funzione secretoria   funzione assorbente come reni, sistema biliare, intestino e epididimo .   La scissione di glutatione-principale antiossidante tiolo nell'uomo-è la più importante funzione del GGT .  Il glutation