Passa ai contenuti principali

Postura: salute e benessere

Una scorretta postura è la causa di molti mali tra cui dolori cervicali,dolori alla schiena,
Cefalea, dolori ai piedi.



Allora come correggere la postura, per evitare inevitabili e indesiderate conseguenze?

Un corretto approccio terapeutico deve mirare innanzitutto al riallineamento posturale, e alla normalizzazione del baricentro del corpo.

Sono stati per questo realizzati dei baropodometri ( “misuratori di pressione del piede”) altamente precisi e affidabili.
Il baropodometro è un dispositivo costituito da una pedana con applicati dei sensori collegati ad un sistema informatico.
Ciò che il sistema misura sono le reazioni a terra, in stazio­ne eretta e in deambulazione per valutare il comportamento del sistema toni­co posturale del soggetto.

E' importante durante la vita quotidiana fare degli accorgimenti per evitare di peggiorare la nostra situazione posturale.
Quando solleviamo dei carichi mettiamoli più vicino possibile all’ombe­lico e solleviamoli atteggiandosi con una gamba avanti ed una indietro in modo che il peso venga scaricato sulle gambe e non sulla schiena.



Quando stiamo seduti  proviamo a stare più dritti possibile; per fare ciò sediamoci sulla punta della sedia con un ginocchio che sfiora il pavimento .

Quando guidiamo alziamo molto il sedile, portandolo molto vicino ai pedali, imponendo una certa pressione contro lo schienale; è inoltre importante l'altezza del poggia testa che deve permettere di poggiare interamente il capo, sia per evitare dolori cervicali ma anche per evitare problematiche ben peggiori in caso di incidenti.

Quando ci alziamo dal letto per non caricare la co­lonna è necessario girarsi sul fianco quando si è ancora stesi e da questa posizione sollevarsi; questo cconsiglio è utile soprattutto in caso di donne gravide che in tale modo non caricheranno troppo il peso del bambino sulla schiena. 

E’ ovviamente indicato fare attività fisica durante la settimana soprattutto perché permette di migliorare la circolazione del sangue e così di vascolarizzare tutte le fascie muscolari del corpo.

Quindi quando stiamo in piedi cerchiamo di manternere la  schiena dritta, addominali tesi, glutei stretti e contrarre i muscoli dei quadricipiti; qualsiasi cosa facciamo cerchiamo di mantenere questa postura.



Una postrura scorretta, non solo da una immagine non lineare del corpo ma potrebbe far accumulare grasso in alcune posizioni del nostro corpo.
Infatti, quando mantieni una giusta postura non fai altro che contrarre muscoli del tuo corpo quali addominali, quadricipiti e glutei,i muscoli contraendosi non fanno altro che richiedere"energie" al tuo organismo e ci sarà così un dispendio energetico; in questo modo avremo non solo giovamento per la nostra schiena, per la nostra emicrania ma anche il nostro aspetto fisico.
Quindi mantenendo una postura corretta e seguendo una dieta davvero efficace
sara' posibile perdere in modo corretto dei kili di troppo.

E' comunque importante affidarsi alle cure di specialisti del settore che potranno aiutarci al meglio per mantenere una corretta postura

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica.


In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare.
Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche.

Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi
 La Gliosiè una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti.

La gliosi non è però così rara.
In realtà molte volte la risonanza magnetica evidenzia queste aree d…

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa, potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi.


Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza.
Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale.
A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta,
prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas.
Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale prolasso vie…

Linfonodo inguinale ingrossato: quando preoccuparsi

I linfonodi sono unità anatomiche e funzionali del sistema linfatico,posti lungo il decorso dei vasi linfatici e svolgono un ruolo importante nell'elaborazione della risposta immunitaria.

Essi drenano da distretto a distretto  e si ingrossano nei vari distretti in seguito ad un'infezione.
Alcuni linfonodi si trovano in sedi profonde e altre in sedi più superficiali; queste possono essere palpabili se sono ingrossate.
I linfonodi inguinali si trovano nella zona inguinale e sono più difficili da palpare rispetto a quelli di zone più superficiali come il collo.

I linfonodi inguinali appartengono a due gruppi:  gruppo nodo orizzontale e  gruppo nodo verticale.
Essi drenano dalla zona addominale inferiore, regione lombare, genitali esterni, canale anale e glutei, vagina ed arti inferiori.
Quindi quando i linfonodi inguinali diventano reattivi, cioè reagiscono ingrossandosi può essere dovuto ad infiammazione di uno di questi distretti.
I linfonodi inguinali superficiali si trov…