Eosinofili alti nei bambini e negli adulti: quali sono le cause?

Gli eosinofili sono delle cellule che appartengono al sistema immunitario, in particolare fanno parte della categoria dei granulociti e per questo talvolta potremo trovare il termine: granulocita eosinofilo.
Queste cellule hanno il ruolo di difendere il nostro corpo da attacchi come infiammazioni, allergie, infezioni batteriche e parassitarie ma  hanno anche un ruolo importante nella formazione di alcuni organi come la ghiandola mammaria postgestionale.
Per vedere i livelli di eosinofili basta un emocromo dove ci saranno due valori : valore assoluto e percentuale.
  • Il valore assoluto degli eosinofili indica il numero di eosinofili circolanti nel sangue periferico e il suo valore viene ottenuto moltiplicando il conteggio totale dei globuli bianchi (WBC) per la percentuale di eosinofili.
  • Il valore percentuale degli eosinofli indica il valore in percentuale rispetto ai leucociti in totale; i valori normalmente variano fra l'1 e il 5% .Il valore percentuale dipende anche  dagli altri tipi cellulari: se un valore si abbassa se ne potrebbe innalzare un altro e quindi non è sempre facile da interpretare. La presenza di eosinofilia non può essere determinata sulla base della percentuale di eosinofili da sola, poiché questa percentuale è un numero relativo che varia con il numero totale di globuli bianchi e le percentuali relative di altri globuli bianchi (es. neutrofili, linfociti).
Vediamo adesso cosa significa eosinofilia e le cause per cui gli eosinofili sono alti.

ESINOFILIA COS'E'?

Quando gli eosinofili sono alti nel sangue, si parla di Eosinofilia.
Il grado di eosinofilia può anche essere classificato come
  • lieve (da 500 a 1500 eosinofili / microL),
  • moderato (da 1500 a 5000 eosinofili / microL)
  • grave (> 5000 eosinofili / microL)
Una  Eosinofilia molto lieve può essere associata a asma o rinite allergica; è invece probabile che se l'eosinofilia molto grave [cioè, ≥20.000 eosinofili / microL] la causa sia dovuta a neoplasia mieloproliferativa.
Con eosinofili leggermente alti e in assenza di altri sintomi, non sempre si riesce a trovare una causa.
In caso di eosinofili altissimi e quindi se la conta eosinofila supera i 1500 eosinofili / microL, è necessario valutare lo stato fisico ed eventuali sintomi per valutare eventuali complicanze più comuni o un danno d'organo.

Tipi di Eosinofilia

L'eosinofilia può essere di tipo primario o secondario:

  • Sindrome ipereosinofilica primaria (o neoplastica) (HES)  è una patologia rara e consiste in una neoplasia mieloproliferativa che produce una predominanza di eosinofili maturi. E' caratterizzata da un conteggio di eosinofili superiore a 1500 / μ L  per più di 6 mesi, splenomegalia, ulcere del cavo orale e segni di insufficienza cardiaca.
  • L'eosinofilia idiopatica è caratterizzara da eosinofili alti nel sangue,superiore o uguale a 1500 cellule / microL, per almeno 6 mesi; non ha una causa specifica ma può causare danni ad organi come cuore, polmone, pelle o tessuto nervoso.
  • L'eosinofilia secondaria è secondaria ad altre malattie come parassitosi, allergie, infiammazione e tumori maligni.
  • L'eosinofilia costituzionale è una condizione non patologica ed ha spesso un'origine familiare
  • L'eosinofilia da farmaci causata dall'ipersensibilità ad uno specifico farmaco che può portare a livelli di eosinofili nel sangue molto alti (conta degli eosinofili > 1500 / microL )

SINTOMI

I sintomi sono variabili e dipendono dalla patologia che causa l'aumento di eosinofili. In base alla patologia potrebbero apparire i seguenti sintomi:
  • Febbre, perdita di peso ed affaticamento
  • Rash cutaneo e  prurito
  • Respiro sibilante e  tosse
  • diarrea
  • Mialgia
  • Sintomi del sistema nervoso
  • linfoadenopatia o epatosplenomegalia
  • Problemi cardiaci o miocardite

CAUSE EOSINOFILIA

L'eosinofilia può avere molte cause ma le principali possono essere allergie, e neoplasie.
Le cause di eosinofilia sono
-Sindrome di Churg-Strauss,  vasculite sistemica dei piccoli-medi vasi, caratterizzata da asma, infiltrati polmonari transitori e ipereosinofilia.
-Infezioni da elminti sono tra le cause più comuni in tutto il mondo.
-insufficienza surrenalica
-condizioni reumatologiche
-asma ,causata da risposte esagerate da parte del sistema immunitario, ed in particolare eosinofili, a stimoli che causano la produzione di muco, costrizione delle vie aeree e difficoltà respiratorie.
-Neoplasie come adenocarcinoma, tumori al cervello o linfomi
-Infezioni come aspergillosi, Malattia da graffio di gatto, coccidiomicosi istoplasmosi
-Infezioni da protozoi(isosporiasi), da streptococco, aspergillosi e polmonite da Chlamidia pneumonie
-Intossicazioni da arsenico Oro Ioduro o altro
-Trombocitopenia
-Cardiopatia congenita
-Sindrome di Loeffler (cioè eosinofilia polmonare)
-celiachia
-allergia tra cui quella al nichel e agli acari della polvere
-L'esofagite eosinofila : è una malattia esofagea immunologica con evoluzione cronica
-dermatite atopica
-La gastroenterite eosinofila è caratterizzata da infiltrazioni di eosinofili del tratto gastrointestinale e può causare dolore addominale, nausea, vomito, diarrea, perdita di peso, sanguinamento gastrointestinale , malassorbimento intestinale o ascite.
-La colite eosinofila, che è una forma rara di malattie gastrointestinali eosinofiliche che causa diarrea e il dolore addominale .E' secondaria ad altre patologie  malattia infiammatoria intestinale, malattia celiaca e vasculite.

EOSINOFILIA NEI BAMBINI

Le probabili cause dell'eosinofilia sono identici a quelli negli adulti con poche eccezioni.
L'asma e la dermatite atopica rimangono le cause più comuni di eosinofilia  nei bambini.L'eczema infantile,  precede lo sviluppo della dermatite atopica i pazienti con eczema infantile sono a maggior rischio di sviluppare la malattia atopica.
L'allergia alimentare e l'esofagite eosinofila sono comuni cause di eosinofilia nell'età pediatrica ; l'unico sintomo per la diagnosi di esofagite eosinofila in un bambino può essere il vomito occasionale.
La colite eosinofila nei bambini è una infiammazione allergica del colon in risposta alle proteine ​​del latte vaccino.
Alcune  infezioni da elminti nei bambini, ad esempio, larva migrans viscerale( malattia dei paesi tropicali) che richiede l'ingestione di uova dal terreno contaminato da feci animali, è vista quasi esclusivamente nei bambini piccoli; mentre la filariosi, che richiede un'esposizione ripetuta ai morsi dei vettori di insetti infetti, aumenta con l'età ed è rara nei bambini sotto i quattro anni di età.
Alcune forme di leucemia e linfoma sono più comuni durante l'infanzia e possono presentarsi con eosinofilia asintomatica, a volte diversi anni prima che la neoplasia venga rilevata.
I tumori solidi invece difficilmente causano eosinofilia nei bambini.
Altre cause di eosinofilia nei bambini sono:
  • granulomatosi eosinofilica
  • poliangioite
  • angioedema episodico
  • pemfigo
  • Dermatite erpetiforme
  • dermatomiosite
  • Efofofilia fascite
  • Iperimmunoglobulinemia
  • Vasculite da ipersensibilità
  • Carenza di IgA
  • Malattia infiammatoria intestinale
  • Poliarterite nodosa
  • sclerodermia
  • granulomatosi di Wegener
  • Sindrome di Wiskott-Aldrich
  • Parassitosi

TRATTAMENTO

In alcuni casi, l'eosinofilia si risolve senza trattamento; infatti individuata e curata la causa è possibile trovare una cura.
In caso di allergia, la soluzione è principalmente quella di eliminare l'allergene; in caso di allergia ad un farmaco, dopo la cura gli eosinofili potrebbero rimanere alti per molti mesi.
Se c'è  infiltrazione di eosinofili tissutali che potrebbe causare un danno d'organo potrebbero essere indicati dal medico Glucocorticoidi ad alte dosi.
In ogni caso dopo aver consultato il proprio medico curante ci si potrà rivolgere all'ematologo che effettuerà una visita accurata e consiglierà ulteriori esami per indagare la causa ed un eventuale trattamento

QUALI ESAMI FARE


Gli esami da fare in caso di eosinofilia dipendono anche dai sintomi; eventuali esami che possono essere effettuati sotto consiglio medico:
  • Emocromo
  • striscio di sangue periferico
  • creatinina
  • analisi delle urine
  • Livello di vitamina B12
  • Test di funzionalità epatica
  • Troponina
  • Radiografia del torace
  • Esame delle feci per valutare la presenza di parassiti
  • Citometria a flusso
  • Tomografia computerizzata del torace, dell'addome e del bacino
  • Test allergologici
  • Esame del midollo osseo  in caso di sospetta leucemia
Quindi in caso di eosinofilia, bisogna  valutare il grado di eosinofilia e consultare il medico che consiglierà quali ulteriori esami fare.