Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2018

Olive nere: quali sono i valori nutrizionali e i benefici?

Le olive sono una componente importante della dieta mediterranea. Sono ricchi di molecole bioattive con proprietà nutrizionali, antiossidanti, antinfiammatorie o simili agli ormoni. Ma quali sono le proprietà nutrizionali di queste bacche che le rendono tanto speciali? Innanzitutto vediamo quali sono i valori nutrizionali. Una porzione di 100 grammi di olive nerecontiene 115 calorie, circa 1 grammo di proteine ​​e circa 13 grammi di grassi e 2 grammi di fibre. Il grasso nelle olive nere proviene principalmente da fonti di grassi monoinsaturi conosciuti per la loro capacità di ridurre il rischio di malattie cardiache, infarto e ictus. Le olive sono inoltre  una buona fonte di ferro, vitamina E e rame. La vitamina E aiuta a proteggere il cuore e il rame ha molte funzioni nel corpo, tra cui crescita e sviluppo, utilizzo di ferro, crescita e manutenzione della pelle e dei capelli e produzione di energia. Nonostante le proprietà benefiche delle olive nere che vedremo in seguito,

Rischi della dieta vegana

Oggi sono sempre di più le persone che si dichiarano vegane e che hanno rinunciato a ogni prodotto di origine animale, per scelta etica e non solo alimentare. Infatti, veri vegani non cambiano solo la loro alimentazione, ma evitano anche di acquistare prodotti che contengono ingredienti e componenti animali. Mentre l’acquisto di prodotti e oggetti senza derivati animali non comporta alcun rischio, seguire una dieta vegana potrebbe comportarne alcuni. Infatti, coloro che seguono una dieta vegana eliminano dalla loro alimentazione tutti i componenti di origine animale come: uova, latte grassi e derivati degli animali, pesce e naturalmente la carne. La dieta vegana dunque prevede un regime alimentare al quanto restrittivo che nonostante ciò sta ottenendo sempre più successo e seguaci. Sicuramente mangiare frutta e verdura, legumi, semi, cereali e grassi vegetali fa bene, e permette di disintossicare il corpo e l’organismo. Come tutte le diete e i regimi alimentari estremi però anch

Effetti della nicotina in gravidanza e rischi della sigaretta elettronica

Fumare in gravidanza causa effetti avversi prenatali e post natali ed aumenta il rischio di mortalità fetale nonché problemi allo sviluppo cognitivo. Tra i composti più dannosi delle sigarette per le donne incinta troviamo il monossido di carbonio e il cianuro che possono causare ipossia fetale e peso ridotto alla nascita. FUMARE IN GRAVIDANZA:EFFETTI DELLA NICOTINA La nicotina è pericolosa e nel feto causa effetti anoressizzanti . Ha inoltre un effetto vasocostrittivo nel circolo placentare dovuto al rilascio di catecolamine il cui rilascio è stimolato proprio dalla nicotina. La nicotina si lega inoltre ad alcuni recettori ( nicotinic acetylcholine receptors, nAChRs),che sono presenti nel cervello fetale contribuendo ad eventuali conseguenze a livello dell'encefalo . La nicotina non viene assorbita in bocca(per questo una sigaretta non aspirata non fa male quanto una sigaretta aspirata) anche se  piccole quantità di nicotina potrebbero essere assorbite dalla mucosa della