Passa ai contenuti principali

Leucociti nelle urine: significato


I leucociti sono una componente corpuscolata presen nel sangue che fa parte del sistema immunitario; i leucociti non sono altro che i globuli bianchi, sono le cellule di difesa in caso  di infezioni e quindi se presenti nelle urine potrebbero indicare un'infezione urinaria.


Gli esami delle urine possono aiutare a individuare anche malattie del sistema urinario come le malattie metaboliche come il diabete o malattie del fegato .
La presenza di leucociti nelle urine potrebbe indicare un'infezione in qualsiasi tratto dell'apparato urinario, dall'uretra alla vescica ma rari leucociti nelle urine non sono particolarmente significativi a meno che non ci siano in concmitanza altri fattori; i leucociti alti nelle urine senza sintomi sono significativi solamente se  si è in stato di gravidanza.
Un valore correlato alla presenza dei leucociti sono le  esterasi  leucocitarie, enzimi  presenti  nei  granuli  dei  granulociti  neutrofili,  che  possono essere rilasciati nelle urine e sono visibili nel sedimento urinario.
esame urine
Fonte immagine: https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmedhealth/PMH0072534/

Per poter essere significativo, il numero dei leucociti deve essere abbastanza elevato, essere correlato a sintomi specifici di infezioni urinarie, ed è necessario controllare anche altri parametri che vedremo di seguito.

VALORE LEUCOCITI URINE

Il valore normale dei leucociti per campo nelle urine è di 1-2 per campo microscopico (40X).
Un aumento massivo dei leucociti è generalmente indice di infezione acutae e in caso di leucociti alti nelle urine deve seguire una urinocoltura.
Quindi se troviamo nelle urine leucociti a tappeto, possiamo pensare che sia in corso un'infezione alle vie urinarie.
In seguito alla presenza di leucciti nelle urine viene eseguita un'urinocoluta; se ripetute urinocolture risultano negative, può trattarsi di una forma tubercolare o di una nefropatia lupica.
Un aumento moderato di leucociti può essere indice di glomerulonefrite  acuta e subacuta, litiasi renale eduretrale, pielonefrite cronica, cistite acuta o cronica, neoplasie della vescica, prostatite,
uretrite, balanite, rene policistico, traumi.


LEUCOCITI E NITRITI DELLE URINE

Leucociti o nitriti possono essere un segno di un'infezione batterica e potrebbero indicare un problema infiammatorio delle vie urinarie
Il test dei nitriti si basa sulla capacità di numerose  specie  batteriche come E.coli,  di  ridurre  i  nitrati presenti normalmente nelle urine a  nitriti.
Non sempre però in caso di infezione vengono evidenziati i nitriti.
Infatti i nitrati sono introdotti con una dieta vegetariana e ci vuole del tempo afficchè le specie patogene possano convertirle in nitriti;  quindi in caso di mancata assunzione di verdura i nitriti potrebbero non essere rivelati in caso di infezione.
La positività ai nitriti nelle urine si ha in caso di infezione sostenuta da  batteri come E.coli,
Proteus,Klebsielle, Aerobacter,Stafilococchi,Pseudmonas.
In assenza di sintomatologia è  da rieseguire un esame delle urine con esame del sedimento.

I LEUCOCITI E BATTERI NELLE URINE

Se in un campionato  di urina sono presenti i batteri, non sempre significa che ci sia un'infezione urinaria; potrebbe infatti verificarsi una contaminazione delle urine da parte di batteri dovuta ad una raccolta inadeguata.
Se invece c'è la contemporanea presenza di batteri e leucociti nelle urine allora è molto probabile che ci sia un'infezione urinaria  e in questo caso si può evidenziare un'urina torbida dovuta alla presenza di batteri e leucociti.
Batteri e  leucociti  a tappeto  aumentano negli stati febbrili infiammatori di varia natura ma anche in caso di stress fisico.

PUS  E LEUCOCITI NELLE URINE

Il pus è un'essudato infiammatorio ricco di leucociti misti a batteri ed altri fattori che intervengono nel processo di infiammazione.
In caso di infezione delle vie urinarie si può avere piuria delle urine con urine maleodoranti; la piuria associata a urinocoltura negativa (piuria “sterile”) può indicare la presenza di clamidie o micobatteri.
Pus, emazie insieme ai leucociti nelle urine, potrebbe essere dovuta alla tubercolosi urinaria TBC urinaria (dovuta al bacillo di Koch), la calcolosi, la prostatite, l'uretrite la glomerulonefrite.

Se è resente pus nelle urine è consigliabile eseguire un esame citologico effettuato in tre giorni successivi ed eventualmente ulteriori approfondimenti diagnostici, come residuo post-minzionale ed ecografia.

PROTEINE E LEUCOCITI NELLE URINE

I reni non dovrebbero lasciare passare le proteine nell’urina in quanto sono sostanze molto importanti per l’organismo e non possono essere smaltite.
 Alti livelli di proteine,proteinuria, e leucociti ​​nelle urine, noti come proteinuria , possono essere causate da condizioni quali  infiammazione del bacino renale , infezioni del tratto urinario , malattie renali o cancro del rene e nefrite ( infiammazione renale ) e glomerulonefrite acuta.
Anche la febbre può causare contemporaneamente la presenza di proteine e leucociti nelle urine. 
In caso di proteine e leucociti nelle urine in gravidanza bisogna intervenire e fare ulteriori accertamenti.

EMAZIE E LEUCOCITI NELLE URINE




Normalmente, nelle urine, gli eritrociti (globuli rossi) dovrebbero essere assenti o presenti in
quantità modeste (nel sedimento normale sono 0-2 per campo).
In caso microematuria, cioè sangue nelle urine , in concomitanza alla presenza di leucociti alti è ancora più probabile la presenza di una infezione urinaria.
Se il sangue è presenti in grossa quantità ed è visibile ad occhio nudo(urina rossa) potrebbe essere dovuta a :
  • infezioni / infiammazioni
  • Traumi
  • Tumori
  • Calcoli renali
  • Danno glomerulare
  • Contaminazione di origine mestruale
  • glomerulonefrite acuta,
  • malattie infettive e parassitarie
  • cistiti 
  • tubercolosi urinarie
  • Nefrotossicità da farmaci
Leucocituria e microematuria possono essere evidenziate in casi di infiammazione del tratto urinario.

LEUCOCITI NELLE URINE E CANDIDA

La candida è un miceto, un fungo, che si riscontra spesso in soggetti in immunodepressi, diabetici e in soggetti sottoposti  a terapia antibiotica.
Può causare infezione, cistiti e pielonefriti, quindi aumento dei leucociti nelle urine in diversi casi:
  • In caso di colite e infezione dell'intestino: attraverso il sistema linfatico
  • In caso di utilizzo di antibiotici che possono ridurre i batteri della flora commensale facilitando la riproduzione della candida che dalla vagina può risalire al sistema urinario
  • In presenza di patologie quali il diabete 
  • Anormalità strutturale del tratto urinario
  • Diminuita funzione renale
  • abnormalità metaboliche
  • Negli anziani
  • Trapianto rene
  • Il sesso femminile è maggiormente predisposto
  • Terapia antibiotica prolungata
  • Stasi urinaria
Per evidenziare la candida si deve fare un'analisi sul sedimento  urinario.
GUARDA: INFEZIONI URINARIE, SINTOMI E TRATTAMENTO


Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica.


In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare.
Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche.

Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi
 La Gliosiè una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti.

La gliosi non è però così rara.
In realtà molte volte la risonanza magnetica evidenzia queste aree d…

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa, potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi.


Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza.
Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale.
A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta,
prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas.
Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale prolasso vie…

Linfonodo inguinale ingrossato: quando preoccuparsi

I linfonodi sono unità anatomiche e funzionali del sistema linfatico,posti lungo il decorso dei vasi linfatici e svolgono un ruolo importante nell'elaborazione della risposta immunitaria.

Essi drenano da distretto a distretto  e si ingrossano nei vari distretti in seguito ad un'infezione.
Alcuni linfonodi si trovano in sedi profonde e altre in sedi più superficiali; queste possono essere palpabili se sono ingrossate.
I linfonodi inguinali si trovano nella zona inguinale e sono più difficili da palpare rispetto a quelli di zone più superficiali come il collo.

I linfonodi inguinali appartengono a due gruppi:  gruppo nodo orizzontale e  gruppo nodo verticale.
Essi drenano dalla zona addominale inferiore, regione lombare, genitali esterni, canale anale e glutei, vagina ed arti inferiori.
Quindi quando i linfonodi inguinali diventano reattivi, cioè reagiscono ingrossandosi può essere dovuto ad infiammazione di uno di questi distretti.
I linfonodi inguinali superficiali si trov…