Passa ai contenuti principali

Come affrontare la fine di una relazione

Quando una storia finisce ci si sente persi.
Non c'è un'età per soffrire d'amore, che si abbiano 16 anni o che si abbiano 50 anni, il nostro cuore potrebbe risultare in mille pezzi per il dolore di essere stati lasciati.

Ed è per questo che ci si chiede per  la fine di un storia d'amore cosa fare.

La fine di una relazione

Se poi la storia è molto complicata e ha comportato tanti sacrifici ci si sente ancora più sconfitti e addolorati o se capita di essere lasciati dopo 10 anni di vita insieme, sarà ancora più difficile rialzarsi.
A volte ci si ritrova in una storia con un uomo sposato o semplicemente un uomo più grande di noi.
A volte la storia è molto semplice e non comporta particolari sacrifici, ma quando le strade si dividono comportano sempre il dolore della perdita e tristezza.
Inoltre il rischio e la paura di rivederlo potrebbe comportare ansia e paura di non farcela,fino a cadere in depressione.
A volte ci sentiamo anche inferiori al nostro ex, pensiamo che ci abbia lasciato per un nostro difetto.
Spesso noi donne, subiamo le critiche e non riusciamo a superarle,quindi se non siamo forti potremmo essere sopraffatte.
Rischiamo quindi di addossarci tutta la colpa e non riuscire più a superare il momento,con il rischio di non riuscire ad affrontare più una storia d'amore.
Si abbandonano gli amici in comune per non pensarci e non si andrà più negli stessi locali in cui si è stati con il proprio fidanzato per evitare di soffrire ripensando ai momenti vissuti.
Spesso investiamo tutte noi stesse e tutti i nostri sentimenti in una storia d'amore pensando che la persona che abbiamo accanto sia il nostro principe azzurro, la persona con cui vorremmo passare insieme tutta la vita.
E quando il momento sembra magico, si arriva al punto di prendersi impegni importanti,come la convivenza o il matrimonio, ma sarà il gravare dell'impegno e il proprio compagno decide di non andare avanti con la storia d'amore.

Ma quando si supera la fine di una storia?

Riprenderai dalla fine di un amore non è di certo semplice.
Quando la storia è molto importante ci si chiede come sopravvivere alla fine di un amore, ma per superare la fine di una storia, potrebbero bastare poche settimane, ma molte volte potrebbero passare anche mesi.
 Tutto dipende dalla nostra sensibilità e dalla durata della storia nonchè dal supporto di amici e familiari.
Talvolta si potrebbe richiedere l'intervento di un psicoterapeuta, quando non si riesce a dormire e mangiare, che aiuterà a superare il momento.

Cosa fare quando si viene lasciati?

La prima cosa da fare è non darsi tutta la colpa.
Quando finisce la storia la colpa è solitamente a metà, a meno che non ci siano tradimenti di mezzo.
Quindi valutare si i propri errori, per poter crescere ed affrontare una nuova storia al meglio, ma essere consapevoli che anche l'ex-compagno ha le sue colpe e se vi siete lasciati la colpa è di entrambi o no è di nessuno, a volte la storia finisce e basta.

Se la storia è stata molto importante e lunga, riuscire ad adattarsi alla nuova vita sarà molto complicato.In questo caso bisogna proseguire per piccoli passi. Iniziare a creare una nuova vita dalle piccole cose, che sia cambiare le tende in casa , trovare nuovi amici, cambiare palestra. Ogni storia lascia una traccia nel nostro cuore, e quando la storia e lunga le tracce saranno tante e tanto tempo ci vorrà per superarle tutte.

Altro passaggio è semplicemente smettere di soffrire. Infatti la sofferenza , il dolore sono un segno che il legame esiste ancora e denotano una speranza che la separazione sia momentanea e che tutto ritorni come prima.

Pensare che se si dovesse mai tornare insieme ci sarebbe una continua ansia e paura di essere lasciati. E sebbene può capitare che una storia abbia delle pause, quando le pause sono diverse è meglio chiudere definitamente la  storia e iniziare a stare bene dopo essere stati lasciati.

Non pubblicare la propria rabbia sui social network.
Ormai Fscebook è diventata una valvola di sfogo per ogni situazione. Pubblicare su facebook la nostra situazione sentimentale e la nostra rabbia, oltre che renderci vulnerabili di fronte agli altri, potrebbe continuare a tenervi legate ad una storia ormai finita e non permettervi di andare avanti.

A volte quando ci si rende conto che non c'è alcuna possibilità che la storia riprenda, ci si attacca  ancora di più al pensero del proprio ex e per questo ci sono sogni ricorrenti la notte su di lui.Si arriva addirittura ad idealizzarlo. E' per questo che dobbiamo iniziare a pensare anche ai suoi difetti e ai momenti più brutti della nostra storia, rivendendo i momenti belli come se fossero solo un ricordo lontano, come quasi che non ci riguardassero.

Prendersi il rischio di andare avanti, di cambiare vita, se prima eravate in due adesso sei sola.
Sfrutta questa situazione a tuo vantaggio, fai tutto quello che in coppia prima non potevi fare e  trova un obiettivo che possa distrarti dal pensiero del tuo ex.

Infine prendersi cura di se stesse e amarsi, perchè la vita è troppo breve per sprecarla per qualcuno che non ti merita

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica. In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare. Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche. Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi  La Gliosi è una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti. La gliosi non è però così rara. In realtà molte volte la risonanza magnetica eviden

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa , potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi. Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza. Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale . A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta, prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas. Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale

Gamma GT alti: come abbassarlo?

CHE COSA SONO LE GGT E COSA SIGNIFICA GGT La parola Gamma-glutamil transferasi (GGT) è un enzima che appartiene alla classe delle trasferasi ed è situato sulla superficie esterna delle membrane di varie cellule.   La localizzazione del gene che trascrive per la gamma gt si trova nel cromosoma 22. La Gamma Gt catalizza la reazione di transpeptidazione con formazione di un dipeptide contenente l'aminoacido trasportato, reazione che fa parte del ciclo del gamma-glutamile. La GGT  è una glicoproteina dimerica ed è presente in tutte le cellule, ad eccezione degli eritrociti.   La GAMMAGT si trova  principalmente dal fegato, e nei tubuli renali, così come quelli della fosfatasi alcalina. L'attività della gammagt avviene principalemente in tessuti con funzione secretoria   funzione assorbente come reni, sistema biliare, intestino e epididimo .   La scissione di glutatione-principale antiossidante tiolo nell'uomo-è la più importante funzione del GGT .  Il glutation