Passa ai contenuti principali

Quali esami fare in caso di una sospetta anemia

L'anemia è una condizione debilitante , che porta spesso ad una grande stanchezza e può avere delle cause nascoste , spesso anche gravi.

Inoltre il globulo rosso o eritrocita, vive in media 120 giorni; al termine dei 120 gironi il globulo rosso viene rimosso  per emocateresi ad opera dei macrofagi presenti nella milza, fegato e midollo osseo. 
Un'anemia grave, non va mai sottovalutata, soprattutto se accompagnata da sintomi che comromettono le normali attività giornaliere
Spesso i medici tendono a sottovalutare un'anemia e i sintomi ad esso associata, ma se trascurata l'anemia, può causare gravi conseguenze soprattutto a livello cardiaco, creando uno scompenso cardiaco.
E' quindi opportuno intervenire immediatamente e capire quale possa essere la causa dell'anemia, sia che essa sia anemia sideropenica, anemia emolitica, anemia falciforme, anemia mediterranea, o qualsiasi forma di anemia.
Sono diversi i tipi di anemia, ma molte volte l'anemia è correlata ad una carenza di ferro.
E' per questo che uno dei primi esami da fare insieme all'emocromo,sono ferro, ferritina e trasferrina.

Tra gli esami del sangue per valutare l'anemia c'è
L'emocromo in cui viene valutata l'Hbg o emoglobina. L'emoglobina che trasporta l'ossigeno, che si lega al gruppo eme contenete lo ione Fe2+e ovviamente un'abbassamento nell'emocromo di emoglobina incide nel trasporto dell'ossigeno e quindi nell'esaltazione di sintomi dell'anemia, come affanno e pallore.
Sempre nell'emocromo troviamo un parametro MCV(volume medio corpuscolare), meno importante dell'emoglobina, ma che ci permette di valutare l'anemia. Un aumento di questo valore è correlato ad un aumento della varietà di globuli rossi con diversi volumi, che è caratteristico delle anemia da carenza alimentare e anemie come la talassemia.
Se l'MCV è più basso del normale si ha un aumento nel sangue di microciti.
Un aumento porta alla presenza di macrociti(globuli rossi con un volume corpuscolare superiore alla media), e macrocitosi. La macrocitosi si ha per immissione in circolo di globuli rossi giovani ed è dovuto ad anemia da carenza di vitamina B12 e folati.
L'HCHM o concentrazione corpuscolare media
Un esame a parte va fatto per valutare l'anemia si deve valutare la presenza di reticolociti, che sono i precursori dei globuli rossi;una loro diminuizione indica un difetto da parte del midollo osseo, di produrre globuli rossi, cosa che accade nella anemia megaloblastica, sindromi mieloblastiche o talassemia;un auemnto in circolo di reticolociti indica un'emorragia  ed è quindi anemia carenziale.
Il ferro è un fattore di crescita indispensabile per l'emoglobina; e non è inserito nell'emocromo. La conta del ferro è chiamata sideremia. Un deficit di ferro causa anemiamicrocitica ed ipocromica e causa glossite,stomatite, distrofia ungueale,e caduta di capelli.

La ferritina è la proteina che accumula ferro nei tessuti in forma non tossica per il nostro corpo, così da utilizzarlo in caso di necessità.Se è basso il valore potrebbe indicare anemia microcitica ipocromica , se è alta potrebbe indicare un sovraccarico di ferro.
La transferrina trasporta il ferro in circolo;aumenta in caso di sideropenia
Il test di schilling è effettuato in caso di sospetta anemia perniciosa; si valuta l'assorbimento di vitamina B12 nell'arco di 48 ore.
Lo striscio di sangue permette di valutare il sangue periferico e vedere se ci sono i globuli rossi a falce o anemia falciforme o se c'è lisi dei globuli rossi e quindi un'anemia emolitica.
L'elettroforesi dell'emoglobina è un altro esame che permette di valutare il tipo di anemia in base ai risultati.
Bilirubina diretta o indiretta ci indica sec'è un'aumentata distruzione di eritrociti(globuli rossi)

Gearbest  promotion




Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica.


In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare.
Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche.

Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi
 La Gliosiè una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti.

La gliosi non è però così rara.
In realtà molte volte la risonanza magnetica evidenzia queste aree d…

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa, potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi.


Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza.
Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale.
A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta,
prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas.
Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale prolasso vie…

Linfonodo inguinale ingrossato: quando preoccuparsi

I linfonodi sono unità anatomiche e funzionali del sistema linfatico,posti lungo il decorso dei vasi linfatici e svolgono un ruolo importante nell'elaborazione della risposta immunitaria.

Essi drenano da distretto a distretto  e si ingrossano nei vari distretti in seguito ad un'infezione.
Alcuni linfonodi si trovano in sedi profonde e altre in sedi più superficiali; queste possono essere palpabili se sono ingrossate.
I linfonodi inguinali si trovano nella zona inguinale e sono più difficili da palpare rispetto a quelli di zone più superficiali come il collo.

I linfonodi inguinali appartengono a due gruppi:  gruppo nodo orizzontale e  gruppo nodo verticale.
Essi drenano dalla zona addominale inferiore, regione lombare, genitali esterni, canale anale e glutei, vagina ed arti inferiori.
Quindi quando i linfonodi inguinali diventano reattivi, cioè reagiscono ingrossandosi può essere dovuto ad infiammazione di uno di questi distretti.
I linfonodi inguinali superficiali si trov…