Passa ai contenuti principali

Difficoltà a svegliarsi al mattino: come svegliarsi presto

Svegliarsi  la mattina presto è sempre un momento  difficile per molte persone, che devono lottare con se stesse per riuscire ad alzarsi la mattina.
Soprattutto durante l'inverno,quando si vorrebbe stare al caldo ,nel proprio letto e non si può diventa una vera e propria tortura ed è per questo che si ha paura di non svegliarsi.




"Quante volte ci siamo svegliati in ritardo,con la sveglia che suona e noi che la rimandiamo ogni 5 minuti?"

E poi ci ritroviamo a fare tutto di fretta, vestirci, lavarci fare i capelli e la colazione che spesso non facciamo perché non c'è abbastanza tempo.
È per questo necessario svegliarsi bene per saper come affrontare la giornata; la lotta contro la sveglia potrebbe avere un impatto negativo , che si ripercuote per tutta la giornata.

SVEGLIARSI IN MANIERA FRETTOLOSA PUO' CAUSARE STRESS

Gli studiosi dicono che per affrontare una giornata al meglio e senza stress ci si deve svegliare gradualmente; svegirsi in fretta può anche portare a svegliarsi stanchi.
Quindi no alle corse per prepararsi ,ma fare tutto con calma e serenità.
Fare la colazione.
La colazione è necessaria perché è un pasto fondamentale è dà le energie e lo sprint iniziale per affrontare una giornata ricca di impegni
Proprio per questo non spegnere sveglia.
Non solo spegnendo la sveglia si arriverà in ritardo,ma il continuo suonare ,ogni 5 minuti,creerà tensione per qualcosa che si deve fare ma non si vuole e questa tensione si accumera' e la porterete con voi durante tutta la giornata lavorativa.
Non Strofinare gli occho perche rompe fibre collagene e quindi anticipa e esagera la formazione delle rughe.
Lo stress generato dalla sveglia  può portare a svegliarsi con il malditesta.
Non si deve Fare ginnastica appena svegli e digiuni non ci sono zuccheri .
L'assenza degli zuccheri oltre a portare un calo di energie, potrebbe rendere nervosi e farebbe affrontare male la giornata

COME SVEGLIARSI PRESTO LA MATTINA E SVEGLIARSI FACILMENTE

Per svegliarsi presto e non riaddormentarsi , ci sono diversi metodi:

ALLONTANARE LA SVEGLIA

Se la sveglia è vicna al letto, ci sarà la tentazione di rimandare più volte per godersi qualche altro istante di sonno.
Se la mettiamo lontana dal letto, dovremo necessariamente alzarsi e quindi difficilmente torneremo a letto, se no il rischio è non riuscire a svegliarsi.

AVERE LE STESSE ABITUDINI E GLI STESSI ORAI PER CORICARSI E SVEGLIARSI

Il corpo si abitua al ritmo sonno-veglia e quindi se si ha l'abitudine di andarsi a coricare sempre allo stesso orario e svegliarsi alla stessa ora la mattina, sarà il corpo stesso ad avvisarci che è ora di alzarsi.
Se non è possibile mantenere gli orari, si potrà comunque cercare di mantere sempre le stesse ore di sonno, cosicchè corpo e mente siano riposate al risveglio, per affrontare una nuova giornata

LASCIARE UNO SPIRAGLIO DI LUCE NATURALE

Lasciare le persiane leggermente aperte o fare comunque intravedere la luce esterna, aiuterà il orpo, ad abituarsi gradualmente alla luce e permetterà un risveglio graduale.
Non solo, renderà meno traumatico il risveglio e sarà più gradevole e aiuterà chi ha difficoltà a svegliarsi dal sonno.


FARE UNA DOCCIA

LA doccia ,sebbene possa essere traumatica la mattina, soprattutto di inverno, aiuta a svegliarsi e a mettere in movimento mente e corpo.
Se si è abituati a fare la doccia la sera, basterà lavare con acqua fredda il viso, che ci renderà più tonici ed attibi

NON MANGIARE TROPPO PRIMA DI CORICARSI

Mangiare in maniera abbondante, potrebbe creare problemi di digestione, che disturberanno il sonno, e questo potrebbe durare anche  tutta la notte

COME DORMIRE BENE 

Per dormire bene bisogna riposare bene.
Per questo la scelta del materasso e del cuscino sono fondamentali; in base alle proprie esigenze si potrà scegliere un materasso al lattice o a molle, o acqua, ma sempre di buona qualità.
Evitare di bere caffè o the dopo le 5 del pomeriggio, perchè potrebbe sovraeccitarci e rendere difficile addormentarci
Se proprio non riusciamo a dormire ,possiamo ascoltare una musica rilassante prima di andare a letto che concilierà il sonno.
Coprirsi quanto basta: sceglire le coperte adatte al periodo aiuterà a non sentire troppo freddo o troppo caldo , cosa che potrebbe disturbare il sonno.
 Dormire bene permetterà di alzarsi bene la mattina ed affrontare una giornata al meglio.

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica.


In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare.
Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche.

Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi
 La Gliosiè una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti.

La gliosi non è però così rara.
In realtà molte volte la risonanza magnetica evidenzia queste aree d…

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa, potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi.


Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza.
Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale.
A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta,
prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas.
Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale prolasso vie…

Linfonodo inguinale ingrossato: quando preoccuparsi

I linfonodi sono unità anatomiche e funzionali del sistema linfatico,posti lungo il decorso dei vasi linfatici e svolgono un ruolo importante nell'elaborazione della risposta immunitaria.

Essi drenano da distretto a distretto  e si ingrossano nei vari distretti in seguito ad un'infezione.
Alcuni linfonodi si trovano in sedi profonde e altre in sedi più superficiali; queste possono essere palpabili se sono ingrossate.
I linfonodi inguinali si trovano nella zona inguinale e sono più difficili da palpare rispetto a quelli di zone più superficiali come il collo.

I linfonodi inguinali appartengono a due gruppi:  gruppo nodo orizzontale e  gruppo nodo verticale.
Essi drenano dalla zona addominale inferiore, regione lombare, genitali esterni, canale anale e glutei, vagina ed arti inferiori.
Quindi quando i linfonodi inguinali diventano reattivi, cioè reagiscono ingrossandosi può essere dovuto ad infiammazione di uno di questi distretti.
I linfonodi inguinali superficiali si trov…