Passa ai contenuti principali

Colesterolo Basso o Ipocolesterolemia: quali sono le conseguenze

Nonostante si parli sempre del pericolo del colesterolo alto, non si parla mai di cosa accade se i livelli di colesterolo sono troppo bassi.
 Infatti mentre il colesterolo alto è associato ad un alto rischio di sviluppare malattie coronariche, poco si sente parlare dei rischi di un colesterolo LDL troppo basso.

QUALI SONO LE CONSEGUENZE DEL COLESTEROLO BASSO

 Esiste una relazione tra colesterolo basso ed emorragia cerebrale
 Il colesterolo basso e cancro sembrano inoltre correlati e se il colestorolo è troppo basso potrebbe aumentare il rischio di morte soprattutto nelle persone anziane.
Il colesterolo basso, inoltre può aumentare il rischio di insorgenza del morbo di Parkinson



 CAUSE IPOCOLESTEROLEMIA

La malnutrizione è una delle cause più accertate che porta al colesterolo basso ed ipocolestrolemia.
Basti pensare ad una dieta vegana che da un lato porta tanti benefici, ma potrebbe causare degli scompensi come livelli di colesterolo troppo bassi, che potrebbero anche essere un problema per la salute.
 Anche malattie cardiache come la  beri-beri e l'alcolismo potrebbero ridurre i livelli di colesterolo in circolo.


VALORI COLESTEROLO

Il livelli di colesterolo nel sangue devono essere misurata dopo almeno 12 ore di digiuno e si ha ipo colesterolemia co un valore di
LDL inferiore a 100 mg/L

RUOLO DEL COLESTEROLO

Il colesterolo, nel nostro organismo ha dellefunzioni di primaria importanza:
E' un componente essenziale delle membrane cellulari, tra cui anche le membrane delle cellule neuronali; proprio per questo motivo il colesterolo basso può portare ad una perdita di memoria
E' un precursore degli ormoni steroidei come testosterone, aldosterone ed altri, essenziali per le funzionalità del nostro organismo
E' il precursore della vitamina D, che svolge tantissime funzioni , tra cui quello di difesa
E' il precursore degli acidi biliari che intervengono nel metabolismo dei grassi.




SINTOMI COLESTEROLO BASSO

  • Perdita di memoria
  • Cancro o tumore
  • Malattia cardiache
  • Emorragia cerebrale
  • L'essere violenti
  • Depressione e propensione al suicidio

Quando il colesterolo è alto, prima di prendere qualsiasi farmaco , sarebbe bene capire cosa possa causare qusto innalzamento de livelli di colesterolo.
Il colesterolo, infatti,potrebbe essere rilasciato in circolo dalle cellule danneggiate a causa di una infiammazione dovuta ad una dieta troppo ricca di zuccheri e cereali  a poca attività fisica e al fumo.
Se si riduce il colesterolo attraverso mezzi artificiali (statine), senza affrontare le cause alla base, il corpo continuerà ad essere danneggiato e a rilasciare in circolo il colesterolo.


CIBI CON COLESTEROLO ALTO, DA EVITARE


I cibi maggiormente ricchi in colesterolo, vanno mangiati anche meno di una volta a settimana, ma non eliminati totalmente , perché il colesterolo è una componente importante del nostro organismo.
Le uova sono tra gli alimenti che contengono più colesterolo, i pesci sono quelli che ne cotengono in quantità minore.
Nel sito della CREA( centro di ricerca per gli alimenti e la nutrizione) è possibile trovare una tabella dettagliata
Ai primi posti troviamo: 

  1. Uovo di gallina
    Uovo di tacchino
    Uova di anatra
    Fegato di pollo
    Fegato di tacchino
    Olio di fegato di merluzzo 

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica.


In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare.
Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche.

Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi
 La Gliosiè una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti.

La gliosi non è però così rara.
In realtà molte volte la risonanza magnetica evidenzia queste aree d…

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa, potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi.


Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza.
Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale.
A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta,
prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas.
Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale prolasso vie…

Linfonodo inguinale ingrossato: quando preoccuparsi

I linfonodi sono unità anatomiche e funzionali del sistema linfatico,posti lungo il decorso dei vasi linfatici e svolgono un ruolo importante nell'elaborazione della risposta immunitaria.

Essi drenano da distretto a distretto  e si ingrossano nei vari distretti in seguito ad un'infezione.
Alcuni linfonodi si trovano in sedi profonde e altre in sedi più superficiali; queste possono essere palpabili se sono ingrossate.
I linfonodi inguinali si trovano nella zona inguinale e sono più difficili da palpare rispetto a quelli di zone più superficiali come il collo.

I linfonodi inguinali appartengono a due gruppi:  gruppo nodo orizzontale e  gruppo nodo verticale.
Essi drenano dalla zona addominale inferiore, regione lombare, genitali esterni, canale anale e glutei, vagina ed arti inferiori.
Quindi quando i linfonodi inguinali diventano reattivi, cioè reagiscono ingrossandosi può essere dovuto ad infiammazione di uno di questi distretti.
I linfonodi inguinali superficiali si trov…