Passa ai contenuti principali

Cos'è un neo? Definizione di Neo e come capire se un neo è sospetto

COSA E' UN NEO O NEVO

Un neo è una neoformazione o una neoplasia benigna congenita o acquisita della pelle o delle mucosa.
I nevi melanociti sono tumori benigni della pelle che si verificano in seguito alla crescita e proliferazione dei melanociti con caratteristiche eterogenee.

Le neoplasie melanocitiche rappresentano un gruppo eterogeneo di tumori che possono essere sia:
benigni (nevi) o maligni (melanoma).


PERCHE CRESCONO I NEI?

Una delle cause della comparsa dei nei può essere di origine genetica; in particolare si ha l'alterazion dei un gene BRAF e ANR.
C'è una componente genetica e quindi anche familiare: se in famiglia sono presenti casi di melanoma si ha un maggiore rischio che un neo diventi maligno.
I nevi congeniti e cioè acquisiti alla nascita hanno invece come causa una mutazione somatica in utero.
I soggetti più a rischio di sviluppo di nei e con maggiore rischio i sviluppo di melanoma maligno , sono quelli con la pelle chiara e con scarsa capacità di abbronzarsi e di contro la tendenza a scottarsi.

TUTTI I TIPI DI NEI

I Nei possono essere congeniti e quindi essere acquisiti alla nascita oppure essere acquisiti dopo la nascita.
Un Nevo displastico è un neo atipico di forma e dimensioni, che potrebbe essere scambiato con un melanoma ma in realtà è un neo benigno.Un individui che presenti un neo displastico ha il doppio della probabilità che si presnti un nevo maligno; se sono preseni 10 nei displastici il rischio di sviluppo di un neo maligno aumenta di 12 volte rispetto al soggettto che non presenta tali nei.
I Nevi Blu  sono un gruppo di nei caratterizzati da una proliferazione di melanociti dermici dendritici e sono presenti in diverse varianti i cui due più importanti e comuni sono: nevi blu e  nevi cellulari blu e il cui colore intenso è dovuto all'assorbimento del colore da parte della melanina.Hanno un colore bluastro e hanno un diametro maggiore di un centimetro.
Dove sono localizzati i nei blu?

  • nel cuoio capelluto
  • nelle superfici dorsali delle estremità distali 
  • nella regione sacrale

I Nevi Spitz sono un tumori melanocitici, che vanno da benigni a maligni; sono di grandi dimensioni e presentano i melanociti affusolato.
 Il Neo rosso in realtà non è un vero e proprio neo ma è un'angioma: il cosiddetto Angioma di Rubino
neo maligno; se sono presenti in piccole quantità non danno problemi ma in elevate quantità potrebbero essere indicatori di problemi al fegato.
I Nei orali sono dei nei che si presentano nella mucosa o sotto mucosa orale e che non sempre sono bene evidenti.
Nonostante non diano particolare fastidio, una volta identificati è bene sottoporsi ad una visita dermatologica e asportare il neo per un controllo accurato.
Un Nevo Verrucoso è un neo in rilievo di forma rotonda di colore bruno o nero che può o meno presentare dei peli.E' uno tra i nei più pericolosi ch epotrebbe sfociare in un tumore maligno.

COME CAPIRE SE UN NEO DELLA PELLE E' UN NEO SOSPETTO?

I nei o nevi pericolosi potrebbero essere quei nei che compaiono all'improvviso e hanno una crescita molto rapida. Quindi se nella pelle si evidenzia un neo nuovo bisogna controllarlo spesso , magari con delle foto o delle misourazioni e se ci sono cambiamenti nella forma , nel colore , nelle dimensioni, potrebbe appartenere alla classe dei nevi perisolosi.

Il cancro della pelle o Melanoma è uno dei tumori più comuni.
La diagnosi precoce del melanoma maligno rimane il fattore chiave per salvare vite umane anche se ancora non è sempre così facile identificarlo a livello clinico.
Perchè è così pericoloso il cancro della pelle?
La caratteristica più pericoloso del melanoma è la capacità di invadere i tessuti più  profondi e quindi diffondere facilmente negli organi vicini attraverso i vasi linfatici e sanguigni. Per questo motivo, la diagnosi precoce e la terapia del melanoma è di importanza cruciale per salvare vite umane.

DIAGNOSI

La diagnosi viene effettuata attraverso la dermoscopia
Taamite il PTM ( microscopia fototermica del melanoma) è possibile evidenziare e distinguere i nei benigni dai nei maligni.
I criteri per stabilire se un neo è sospetto sono:

  • Contorni non ben definiti
  • Dimensione maggiore di 5 mm
  • colore variegato e non uniforme, con diverse sfumature
  • Contorno irregolare
  • Presenza di eritema
  • Asimmetria( una metà non corrisponde all'altra metà) 

Se è presente un cambiamento repentino in uno o più di questi aspettissario rivolgersi ad un dermatologo
Tra i sintomi che potrebbero essere associati ci sono:

  1. prurito
  2. secrezione di siero
  3. sanguinamento

TRATTAMENTO MELANOMA


Oltre che l'asportazione del nevo che permette di fare un esame istologico accurato in alcuni casi potrà essere fatta una radioterapia, chemioterapia ed immunoterapia

Image take by Displastic Nevi and Melanoma Goldstain

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica.


In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare.
Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche.

Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi
 La Gliosiè una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti.

La gliosi non è però così rara.
In realtà molte volte la risonanza magnetica evidenzia queste aree d…

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa, potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi.


Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza.
Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale.
A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta,
prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas.
Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale prolasso vie…

Linfonodo inguinale ingrossato: quando preoccuparsi

I linfonodi sono unità anatomiche e funzionali del sistema linfatico,posti lungo il decorso dei vasi linfatici e svolgono un ruolo importante nell'elaborazione della risposta immunitaria.

Essi drenano da distretto a distretto  e si ingrossano nei vari distretti in seguito ad un'infezione.
Alcuni linfonodi si trovano in sedi profonde e altre in sedi più superficiali; queste possono essere palpabili se sono ingrossate.
I linfonodi inguinali si trovano nella zona inguinale e sono più difficili da palpare rispetto a quelli di zone più superficiali come il collo.

I linfonodi inguinali appartengono a due gruppi:  gruppo nodo orizzontale e  gruppo nodo verticale.
Essi drenano dalla zona addominale inferiore, regione lombare, genitali esterni, canale anale e glutei, vagina ed arti inferiori.
Quindi quando i linfonodi inguinali diventano reattivi, cioè reagiscono ingrossandosi può essere dovuto ad infiammazione di uno di questi distretti.
I linfonodi inguinali superficiali si trov…