Passa ai contenuti principali

Alito cattivo : cause, conseguenze e alitosi rimedi

L'alito cattivo anche chiamato alitosi proviene da molecole che vengono rilasciate a livello orale ed è dovuto sia a problemi di igiene orale ma è  anche legato ad altro.
L'alitosi è molto comune fra la gente di qualsiasi età viene infatti riscontrato in più del 50 % della popolazione; l'alitosi ha comunque un grande impatto sociale ma anche economico.
Molte persone perdono la fiducia in se stessi e non riescono a stare con gli altri per il disagio che provoca l'alitosi.
L'alitosi si presenta solitamente al mattino


CAUSE

Una delle cause principali dell'alitosi è sicuramente un problema legato alla cavità orale.
La causa dell'alito molto cattivo, che spesso causa anche un brutto sapore in bocca,è dovuta alla crescita dei batteri in bocca che rilasciano composti solforati volatili,tra cui idrogeno solforato,metil mercaptano e  dimetil solfuro.
La bocca a causa della sua temperatura ed umidità è un posto dove facilmente crescono i batteri(Gram negativi anaerobi), i quali sviluppano delle sostanze che sono la causa dell'alito cattivo che poi sentiamo.
Questi batteri sono gli stessi coinvolti nello sviluppo della parodontite : è per questo che chi ha la parodntite ha l'alitosi e viceversa.
Accumulo di cibo e palcca Batterica dentale su denti e linguaè una causa di alitosi
Gengivite e Alitosi
La scarsa igiene orale favorisce l'accumulo dei residui di cibo e placca batterica dentale su denti e lingua causando carie e malattie parodontali come gengivite e parodontiti che a loro volta causano odori orali fino ad arrivare ad alitosi.
Stomatite e Alitosi
La stomatite di Vincent può aumentare l'odore sgradevole
Carie e Alitosi
Anche la carie , soprattutto se è una carie profonda può causare alitosi. In questi casi è bene rivolgersi ad un dentista per valutare se la causa dell'alitosi sia proprio un'eventuale carie.
Ridotto flusso salivare o Xerostomia (secchezza della bocca)
Un ridotto flusso salivare può determinare l'accumulo delle sostanze che causano il cattivo odore; solitamente la saliva permette un'autopulizia della bocca.
Ad influenzare il flusso salivare possono essere alcuni farmaci e malattie come il diabete e la malattia di Sjorgen, chemioterapia e radioterapia.
Patologie del cavo orale
Cancro orale, ulcerazioni sono altre cause di alitosi

Cause non orali
Malattie respiratorie: sinusite, palatoschisi, tumore naso, tonsillite, faringite, bronchite.L'ostruzione nasale causa soprattutto cattivo odore alla bocca di mattina, a causa di infezioni dele vie respiratorie superiori ed inferiori.
La Trimethylaminuria è dovuto ad un eccesso di trimetilammina che dà un odore simile a pesce marcio.Malattie gastrointestinali: stenosi pilorica,ostruzione duodenale, anastomosi aorto-enterica, ernia iatale, diverticolo di Zenker, esofagite da reflusso, steotorrea, infezione da Helicobacter pilori
 Malattie epatiche come insufficienza epatica, malattie renali, malattie ematologiche come chetoacidosi diabetica, presenza di mestruazioni e tutti i  disturbi del sistema endocrino(  a livello ormonale) possono causare un alito cattivo.
Alimenti che causano alitosi
Aglio, cipolla, cibi speziati,alcol, tabacco e uso di solventi vari possono essere un'ulteriore causa di alitosi

GUARDA ANCHE: LIPOSUZIONE-LIPOSCULTURA , COME PERDERE I CENTIMETRI DI TROPPO
ESAMI
Misurazione organolettica: un operatore tramite una pipetta odora l'aria espirata dalla bocca e la valuta tramite una scala che va da 0 a 5.
Gas Cromatografia: viene raccolta la saliva o l'espirato e i campioni vanno in un gascromatografo
Monitoraggio solfuro: viene misurata la presenza di zolfo volatile.
Sensori chimici:misurazione composti zolfo e composti metilici tramite una sonda
Test BANA: serve per rilevare la presenza di un batterio il treponema denticola, e P.gingivalis che sono causa di parodontite e conseguentemente di alitosi


TRATTAMENTO
Alitosi rimedi
L'uso di gomma da masticare, caramelle, colluttori e spay sono sicuramente  metodi immediati che risolvono la gestione della vita sociale; ma non sono rimedi duraturi.
Per il trattamento di tutte le patologie dentarie che possono causare alitosi è necessario rivolgersi al dentista ma anche a otorino laringoiatra.
E' necessaria comunque una buona igiene dentale, con spazzolino(lo spazzolino elettrico è più efficiente) e filo interdentale; pulire bene la lingua per eventuali accumuli di cibo, e utilizzare un buon collutorio.
Per ottenere un rimedio duraturo per l'alitosi è necessario capirne la reale causa e curarla.
Se si ha  la parodontite e sono presenti sintomi di parodontite, è necessario trattarla andare dal dentista.In questo caso si può usare un asettico come la Clorexidina.
Altro colluttorio ideale è il Triclosan che agisce sia contro i composti volatili solforati ma ha anche un effetto antibatterico.
Un colluttorio fatto da olio e acqua potrebbe essere utili per ridurre il cattivo odore.
Mantenere una buona igiene orale e

Riferimenti
Halitosis: From diagnosis to management Bahadır Uğur Aylıkcı and Hakan Çolak 
Oral malodour (halitosis)S R Porter,

Post popolari in questo blog

Gliosi aspecifica: risultato risonanza magnetica

Sono tante le sintomatologie che ci portano ad eseguire una risonanza magnetica. In seguito ad un dolore neuropatico, in seguito ad una debolezza o a formicolii degli arti, in seguito a continui e ripetuti mal di testa, il neurologo potrebbe prescriverci un Risonanza Magnetica Nucleare. Spesso nella risonanza magnetica non si evidenzia niente, e per tale motivo si dice che la risonanza è pulita, ma può capitare che nella risonanza vi sia scritto: esiti gliolitici o presenza di microlesioni aspecifiche. Queste lesioni gliotiche o  piccole aree di alterato segnale(iperintense o ipotense) sono o non sono preoccupanti? Intanto vediamo cos'è la gliosi  La Gliosi è una cicatrice che si evidenzia a livello dell'encefalo( ed è per questo che si parla di gliosi cerebrale) , nella sostanza bianca ed è dovuta ad un evento traumatico che provoca a sua volta la proliferazione degli astrociti. La gliosi non è però così rara. In realtà molte volte la risonanza magnetica eviden

Gamma GT alti: come abbassarlo?

CHE COSA SONO LE GGT E COSA SIGNIFICA GGT La parola Gamma-glutamil transferasi (GGT) è un enzima che appartiene alla classe delle trasferasi ed è situato sulla superficie esterna delle membrane di varie cellule.   La localizzazione del gene che trascrive per la gamma gt si trova nel cromosoma 22. La Gamma Gt catalizza la reazione di transpeptidazione con formazione di un dipeptide contenente l'aminoacido trasportato, reazione che fa parte del ciclo del gamma-glutamile. La GGT  è una glicoproteina dimerica ed è presente in tutte le cellule, ad eccezione degli eritrociti.   La GAMMAGT si trova  principalmente dal fegato, e nei tubuli renali, così come quelli della fosfatasi alcalina. L'attività della gammagt avviene principalemente in tessuti con funzione secretoria   funzione assorbente come reni, sistema biliare, intestino e epididimo .   La scissione di glutatione-principale antiossidante tiolo nell'uomo-è la più importante funzione del GGT .  Il glutation

Sensazione pallina dura ano: saranno emorroidi o un trombo emorroidario?

Spesso in seguito ad una pallina dura all'ano non dolorosa , potremmo rivolgersi al nostro medico pensando al peggio, come un tumore all'ano; ma gran parte delle volte si tratta di semplici emorroidi. Le emorroidi anche chiamati nodulo emorroidario, gozzo emorroidario, fanno parte della normale anatomia anorettale ed hanno un ruolo importante nel meccanismo della continenza. Le emorroidi contribuiscono, insieme agli altri componenti del sistema neuromuscolare dell’ano, al complesso meccanismo della continenza fecale . A riposo le emorroidi si riempiono di sangue e agiscono come valvola assorbendo le variazioni della pressione addominale che si verificano quando un individuo quando si sforza, tossisce o starnuta, prevenendo così la perdita involontaria di feci e gas. Quindi le emorroidi sono delle strutture normalmente presenti nel canale anale che hanno funzione di continenza, e  la loro fuoriuscita è dovuta ad un prolasso della mucosa rettale verso il basso. Tale