Criogenesi o Ibernazione umana: verso il futuro


La storia della 14 enne britannica malata di cancro che ha voluto insistentemente farsi ibernare è una storia che ha fatto pensare in molti.
La speranza della ragazzina era quella che tra 100 anni la medicina sarebbe stata in grado di curare la sua malattia e permetterle di vivere quella vita che è stata stroncata a soli 14 anni da una terribile malattia: il cancro.
Con lei tanti hanno deciso l'ibernazione; sono infatti 377 i casi di ibernazione nel mondo, tra cui circa 8 Italiani. . Nel 2013 una studentessa di 23 anni di neuroscienze, a cui era stato diagnosticato il cancro terminale al cervello è arrivata a chiedere l'aiuto di internet per poter accumulare i soldi necessari affinché potesse essere crioconservata.

Quanto costa?

L'ibernazione umana  è infatti molto dispendiosa:dai 36.000 fino ai 200000 dollari per l'intero corpo e dagli 8000 agli 80.000 per il solo cervello.

In Italia è possibile l'ibernazione umana?

In Italia non è possibile l'ibernazione umana, non solo perché non esistono centri specializzati, ma anche perchè per potersi ibernare, la procedura di ibernazione deve avvenire immediatamente dopo l'arresto cardiaco; in Italia invece per legge il cadavere deve essere tenuto sotto osservazione  per 24 ore.

Cos'è la criogenesi o ibernazione umana?

 La crioconservazione umana è quel procedimento che porta un cadavere a temperature bassissime, con la speranza che fra un centinaio di anni ci sia una cura per una malattia e questa possa essere curata e quindi la possibilità di tornare  a vivere.
Ancora non è possibile scongelare il corpo in maniera controllata e in modo tale da mantenere intatte le funzioni vitali e quindi il tutto rimane solo una speranza di chi decide di essere ibernato.

Tutti gli studi volti a valutare l'effetto della ibernazione sull'uomo iniziano con lo studio dell'effetto del letargo su una serie di mammiferi come lo scoiattolo.

Alcuni mammiferi in caso di cibo o acqua insufficienti o in caso di migrazione riducono il loro metabolismo e vanno in letargo.
Nei primi esperimenti di letargo indotto effettuato sugli scoiattoli si è visto come la diminuizione della temperatura portava ad un aumento del sonno e delle onde lente; il sonno sembra essere uno stato di preadattamento.Al di sotto della temperatura di 22°C, ed in particolare alla temperatura di 6°C l'attività elettrica del cervello non sembra però essere più rilevabile.
L'ipotermia durante l'ibernazione dei mammiferi è periodicamente interrotta da risvegli in cui si ripresenta l' eutermia, la cui funzione è sconosciuta, in cui l' EEG mostra la diminuzione dell'attività ad onde lente (potenza delta) che è caratteristica del sonno.



Come avviene la ibernazione?

Il processo di ibernazione può iniziare solo a morte avvenuta, ma deve essere fatto tutto velocemente per preservare gli organi.
Il sangue viene sostituito da sostanze chiamate crioprotettori, per evitare che dall'acqua si formino cristalli di ghiaccio che sarebbero dannosi.
Pian piano la temperatura corporea verrà diminuita fino ad arrivare a 196° centigradi.

Cosa potrebbe accadere durante lo scongelamento del corpo dopo l'ibernazione?

Questa è la vera incognita dell'ibernazione. Non si può sapere a priori cosa può accadere al corpo dopo lo scongelamento.
E' stato comunque pubblicato un articolo nel  Journal of Cryobiology in cui alcuni ricercatori avevano congelato a -135°C e scongelato il cervello di un coniglio.
Dopo lo scongelamento la cosa che ha sorpreso i ricercatori è che le sinapsi del cervello erano rimaste intatte.
Questo è solo un piccolo passo verso la soluzione al problema e tanti studi devono ancora essere fatti.


Riferimenti
Neurosci Lett. 1991 Jul 22;128(2):265-8.Warming up for sleep? Ground squirrels sleep during arousals from hibernation.Daan S1, Barnes BM, Strijkstra AM.

Antenatal phenobarbital for reducing neonatal jaundice after red cell isoimmunization
Behav Ecol Sociobiol. 2016;70:831-842. Epub 2016 Mar 31.

Bears and berries: species-specific selective foraging on a patchily distributed food resource in a human-altered landscape.Hertel AG1, Steyaert SM1, Zedrosser A2, Mysterud A3, Lodberg-Holm HK1, Gelink HW1, Kindberg J4, Swenson JE5.